Nosferatu


Io non sono capace di dire basta.
Ieri, dopo cinque minuti che ero in Expo, avevo già una birra in mano. Dopo quindici era già finita perché "Le code si fanno meglio con una birra in mano".
C'era una bella atmosfera, uno sticazzismo dilagante da ultimo giorno di scuola. Anche le code erano accettabili.
Nonostante quelli che hanno litigato fuori dal padiglione della Corea e quello che voleva corrompere lo steward del padiglione del Marocco con 50€.
La sera sono andata a una festa anche se mi facevano male i piedi. Ho fatto una doccia, messo un vestito nero, ho lasciato la cromia delle occhiaie libera di esprimersi e mi sono passata il rossetto nero.
I compleanni dei miei amici mi piacciono sempre più del mio. Posso essere particolarmente stupida e restare in secondo piano. Quando è arrivata la torta, stavamo ripetendo a turno "Stai facendo il video? Bravo", e non mi ricordo neanche perché.

"Che cos'è?"
"Japanese Ice Tea, l'ignoranza vera"

Mi ricordo che sapevo a memoria tutta El Taxi e l'ho pure cantata.
Ballavamo tutti.

"Che zarroganza, cos'è, il padiglione dell'Olanda?"

È stato bello. E pazienza se oggi sono rimasta tutto il giorno in rigor mortis, chiusa nella mia cripta come Nosferatu.

0 commenti:

Post a Comment