Left hand free


«Forse avrei dovuto dare una passata sulle gambe. Grattano? Oggi la perfezione è una cosa molto lontana. Pazienza»

Uno non penserebbe che il lago possa essere profondo anche settanta metri, eppure...
Ce ne stavamo lì a mangiare albicocche con il succo arancione e appiccicoso che si infilava negli spazi in mezzo alle dita, senza nemmeno buttare l'ancora.
Avevo gli occhi chiusi, e il sole mi illuminava i capillari delle palpebre. Mi parlavano e io rispondevo mezza addormentata.
Non mi ricordo neanche più da quanti anni non si faceva il gioco di annegarsi, con l'acqua che ti entra dal naso e in gola perché stai ridendo.
Ci siamo fatti trascinare appesi ai galleggianti, e sicuramente neanche il wakeboard è così divertente. Sembra che il secondo dopo ti lascerai indietro il costume, o te stesso.
Adesso ho la faccia piena di lentiggini, ma non si notano se non si guarda da vicino o non si è persone attente.
La perfezione è lontana. Buon per lei.
Tanto, solo le pornostar sono perfettamente depilate.

0 commenti:

Post a Comment