Demotivational Food & Beverage


Il foodporn ci rende felici. Ma la notte scorsa ho dormito pochissimo e adesso sono a lezione di HTML, quindi non sono ispirata a scrivere cose felici.
Questo non sarà un altro post con foto di cibo strafigo.
Questo sarà un post in cui si fa servizio pubblico.
Alzi la mano chi, per esempio, oggi ha pranzato con del cibo particolarmente brutto e sballottato nel tupperware. La mia mano è alzata.

Signori e signore, a tavola.
Ecco a voi la Top10 del food and beverage demotivante.

  • 10. Le gallette di riso
Non sono male, ma nemmeno niente di che. Ricordano vagamente il polistirolo nell'aspetto, nel gusto e nella consistenza. Gli apologisti delle gallette di riso argomentano sempre che sono dietetiche e saziano, ma della seconda cosa non sono particolarmente convinta. Posso garantire che sazino solo in un caso: se ti scofani tutto il pacchetto e se ci spalmi sopra quintali di Nutella.

  • 9. I succhini in brick con combinazioni di gusti assurde
Tipo mela + arancia + fico d'India, fragola + kiwi + Tycho berry, o ginseng + carote + aloe vera (che poi, si chiama così perché esiste anche un'aloe finta? Qualcuno ha notizie?). Di solito hanno packaging che richiamano la natura e le comunità hippie fricchettone, e sapori transgenici.Vengono comprati da giovani mamme che li credono sani. Quando si bucano accidentalmente, donano sfumature psichedeliche batik permanenti a borse e zainetti Eastpack.

  •  8. La sogliola
Considerata un vero e proprio piatto da gourmet nel mondo delle mense scolastiche e ospedaliere, è il pesce più triste in assoluto. Non è nemmeno certo che contenga Omega 3. La sogliola passa tutta la vita a cercare di passare inosservata; non si può dire che le sue ultime volontà non vengano rispettate una volta morta.

  • 7. Il sedano
La più inutile di tutte le verdure, talmente inutile che non so nemmeno come descriverla. Il sedano ha più o meno il sapore di una pozzanghera in un pomeriggio di febbraio e l'abitudine a tenere un comportamento filaccioso ovunque lo si metta, cosa particolarmente molesta in un passato di verdura. Secondo certi rumors, il sedano dovrebbe avere più che altro una funzione decorativa (?).

  •  6. Cibi vari in porzione Forever Alone
«Ovunque viaggi, una vita minuscola. Porzione singola di zucchero, porzione singola di latte, panetto singolo di burro»

A Chuch Palahniuk i cibi monoporzione fanno un po' schifo, l'ha scritto in Fight Club. In effetti, la monoporzione urla Forever Alone a squarciagola. Comprate cibi monoporzione al supermercato e tutti sapranno che siete soli e nessuno vi ama. La cassiera vi guarderà con compatimento e voi vi sentirete dei falliti.

  • 5. La banana marrone
Avete presente quando le banane diventano maturissime e la buccia non è più gialla e la polpa dentro è una specie di pappetta fradicia? Ecco, ditemi se si può mangiare volentieri una cosa del genere. Le banane, di base, sopportano male la permanenza nelle borse, ma esistono degli appositi porta banane per evitare che si ammacchino. Certo, se qualcuno vi butta distrattamente l'occhio nella borsa, quello che vede è una cosa con una forma un po' equivoca.

  • 4. La mela cotta
Un meritatissimo quarto posto per il dessert più popolare per le fasce di popolazione 0-12 mesi e over 70. Le mele cotte sono tutte grinzose, hanno un colore raccapricciante e un odore dolciastro malattia. Non trovo ragioni plausibili per cui dovrebbero piacere a qualcuno che abbia i denti.

  • 3. Le barrette Pesoforma
Partiamo dal presupposto che una cosa che può stare tutta in un pugno dovrebbe saziare come un piatto di pastAHAHAHAHAH. AH. No, aspetta, non fa così ridere. Comunque, sembra un Mars, ma sa di segatura impastata con un surrogato sintetico di caramello. Non ho altro da aggiungere.

  • 2. Le copie scrause della Coca Cola del Discount
La Coca Cola è la Coca Cola, la Pepsi è la Pepsi, e le copie scrause della Coca Cola del Discount fanno schifo. Sono sempre troppo sgasate, sanno leggermente di fango e potrebbero essere usate come carburante alternativo per le vostre auto. Probabilmente è per questo che continuano a imbottigliarle.

  • 1. I tramezzini all'amianto della LIDL
Packaging plasticoso very industrial e aspetto malaticcio, sembrano un'opera di Cattelan più che qualcosa da mangiare. La farcitura più comune è insalatina verde fosforescente e gamberetti artici transgenici. Trattandosi di un cibo pimpato di conservanti, ci sono buone ragioni di credere che dopo una settimana di assunzione, se si muore, ci si trasforma in mummie.

  • Fuori concorso. L'acqua Vitasnella
Esistono davvero persone che credono ancora che scegliere una marca di acqua rispetto a un'altra possa farle sembrare più magre?

L'anti-foodporn è servito.





2 commenti:

Post a Comment