Santa Cristina


Non mi stanca camminare per ore su strade sterrate e pantani nei boschi, non mi incazzo mai per un gavettone. Mi piacciono le grandi tavolate di legno crudo, gli ubriachi storditi che si accasciano sulle transenne della fila per prendere i pomodori e quelli che cantavano cori sguaiati sotto i teloni - soprattutto quello a petto nudo e con in testa un colbacco peloso -, i signori con le rughe profonde che mi riempivano fino all'orlo la tazza di vino rosso. E poi, arrivare a casa la sera spettinata, arrostita dal sole e infangata fino alle caviglie.
Secondo me, non mi apprezzate a sufficienza.

0 commenti:

Post a Comment