Civitavecchia


Nella mia testa
c’è sempre stata una stanza vuota per te
quante volte ci ho portato dei fiori
quante volte l’ho difesa dai mostri
Adesso ci abito io
e i mostri sono entrati con me
(Michele Mari, Cento poesie d’amore a Ladyhawke)
 Sì, in effetti c'era qualcuno con cui avrei voluto parlare di Ex Machina e delle pozze di sangue di Ammaniti, ieri sera a notte fonda.

«Ero qui ad aspettare, e ho detto dai, chiamiamo Silvia», è una delle frasi più belle che mi si possa dire.
«Hai fatto bene a chiamare», è una delle frasi più belle che io possa dire.

0 commenti:

Post a Comment