Skins


Ultimamente non riesco a concentrarmi su niente. Così, dopo aver provato a guardare il pilot di Narcos e averci impiegato ben 27 minuti per capire che lo stavo guardando in inglese senza sottotitoli e con le parti spagnole sottotitolate in inglese, ho deciso che avrei rivisto Skins.
Dio, quanto mi piaceva Skins quando facevo la quinta ginnasio e lo davano alla sera su Mtv e mi toccava guardarlo di nascosto chiusa in cucina.
Un paio di anni dopo, avrei fatto la stessa cosa con Sex and The City, trovandolo mediamente deludente
Perché Skins era stato molto meglio. Soprattutto la prima generazione.
Adoravo come tutti fossero vestiti in modo improponibile e come nessuno fosse bello come nelle altre serie TV.
Io la bruttezza la trovo un po' disarmante, mi sembra vera.
Tutti pensano continuamente al sesso, che è una cosa che in effetti a 16 anni si fa e si va avanti a fare da lì in poi, e questa cosa fa quasi sempre molta tenerezza. Alla fine poi anche gli sfigati scopano, quindi c'è speranza per tutti, è un bel messaggio.
Il mio preferito ovviamente muore malissimo, tra sangue e vomito, e all'epoca l'avevo presa molto male.
Però anche stavolta mica si scherzava.

0 commenti:

Post a Comment