Portugal, day 13 - Lisbona


La giornata è stata segnata da un inaspettato upgrade della nostra situazione nella pensioncina scalcagnata gestita dagli indiani.
Adesso abbiamo un letto migliore, un bagno più grande e addirittura un condizionatore.
La tenda della doccia è quasi nuova, ma resta comunque vitale evitare che mi si attacchi addosso.
Sono anche arrivati degli italiani. Dal casino in corridoio e dalle porte che si aprivano e si chiudevano, sembravano tra i 30 e i 300.
Dal banco della reception risuonava un "AAAH, OCCHEI, VERI VERI GUD", da i corridoi un "CIAO MASCHIACCI" a volume inappropriato.
Intanto, nella stanza a fianco, qualcuno stava guardando il telegiornale in portoghese con il televisore altissimo.
E io devo dire che tutto questo casino mi diverte.

0 commenti:

Post a Comment