I pesci rossi nella fontana

Ci saranno tutti i parenti in giro, i pianti, i problemi col contratto della casa, e tutto questo sommergerà il me stesso di quattro anni coi capelli ricci e il maglione blu che mi aveva fatto lei, il mio piatto di stelline e tutti gli altri momenti di quand'ero piccolo. Pian piano me ne scorderò anch'io, credo.
(Mi sono innervosita perché non trovo più la mia copia di Jack Frusciante è uscito dal gruppo. Devo averla prestata a qualcuno che non me l'ha più restituita)

Ho scelto il mio ricordo preferito, ci pensavo mentre preparavo il caffè.
Ero indecisa tra quando ho imparato ad andare in bici senza le rotelle o quando andavamo in Vespa in tre, con anche mia cugina, e io volevo stare dietro perché ero grande.
Alla fine però ho scelto i pesci rossi grassissimi della fontana del comune.

0 commenti:

Post a Comment