La mia città


Sono stata al seggio per tutte le ultime elezioni e a questo giro che in Lombardia  non si vota mi sento esclusa.
L'ultima volta per colpa dei rappresentanti di partito siamo stati l'ultimo seggio a chiudere, e siamo arrivati nel cortile del comune di corsa, con le buste e i sacconi delle schede.
Non fu divertente, ma ripensarci adesso fa ridere.
A un certo punto, sono stata convinta che dovrebbe essere sempre così, con me che guido con la radio a basso volume la notte del primo di giugno, e supero i neon e la rete con i rampicanti di un campetto da calcio in via Renato Serra.

Comunque, ti penso tutti i giorni.
Ma le notti di più.


0 commenti:

Post a Comment