Limoni duri


Sono le cinque del mattino.
Forse mi addormenterò mentre scrivo e questa cosa non vedrà mai la luce del giorno (come peraltro è successo l'altro ieri).
Mi sento come se mi si stesse smontando la faccia.
Mi sento la pelle tesa e sottile come la gomma di un gavettone pieno di caffè.
Mi immagino dialoghi che non avverranno mai.
Come vorrei montare un video super trash con un bel voiceover in cui racconto le mie sfighe sbiascicando.
Dai, che magari domani la smetto di scrivere queste menate introspettive e si ricomincia a parlare di film.

0 commenti:

Post a Comment