Charlie


Io scrivo anche quando sono felice.

Ho scritto quando ero troppo triste per alzarmi dal divano e vestirmi.
La settimana scorsa ho scritto da un altro divano, in un attico di Amsterdam, con una birra in mano e felice da far schifo.

Io sono questa.

Questo post sarebbe dovuto uscire la notte scorsa, invece mi sono addormentata con il cellulare in mano.
Poi ho saputo dell'attentato a Charlie Hebdo.
Avevo pensato di scrivere questa cosa per me, ma adesso la voglio dedicare anche un po' a loro.



0 commenti:

Post a Comment