Coups de cœr


Ieri ho finito Insomnia.
Come mi era già successo, lo avevo sottovalutato, il vecchio Stephen.
Come tanti altri suoi libri, non finisce male, ma neanche benissimo. C'è sempre un prezzo da pagare, è crudele come la realtà.
Sono sempre senza computer, e lavorare è un po' un casino.
Però è stato piacevole sedermi al computer di mia sorella e scrivere una cosa in mezz'ora, senza nessuna fatica.
E magari stanotte dormirò come si deve, finalmente, sognando i grattacieli.

0 commenti:

Post a Comment