The Sleeping Machine


Insomma, sono le due, sono a letto e sono sveglia.
Il letto è comodo, sono abbastanza coperta, anche se dormo in mutande e maglietta e non si è ancora creato il microclima perfetto.
Non sono di umore particolarmente tragico.
Fuori piove, ma non si sente il rumore della pioggia, così sto ascoltando gli scrosci su Spotify.
E niente, l'immagine di me in mutande e maglietta sotto le pezze, con gli occhi spalancati come piattini da dessert, che ascolto una playlist di 35 brani in cui l'acqua fa 35 suoni diversi, sicuramente ritoccati con il sintetizzatore, mi sembrava troppo tragicomica. 
Dovevo descriverla per forza.

1 commenti:

Post a Comment