GRAND CANYON

Grand Canyon + Four Corners + Route 66, day 11, day 12


Il Grand Canyon è una cosa profonda e complicata.
Devi scarpinare (un giorno per scendere, passarci la notte, un altro giorno per tornare su) o volarci sopra per apprezzarlo davvero. Altrimenti è troppo grande per vederlo tutto.
Ovunque ci sono inquietanti cartelli che avvertono che non è una buona idea fare scarpinate senza guida e che ci sono molti e bizzarri modi per morire scarpinando, illustrandoli con omini inespressivi che vomitano, svengono e muoiono di sete.
Ci sono scoiattoli, corvi e cervi dappertutto.
E un albergo del 1902 pieno di trofei di caccia, che sembra un set di Wes Anderson.
Il Canyon l'ho sorvolato in elicottero, con le saette che scendevano nei crepacci di rocce colorate a strati. 
Poi siamo ripartiti. Quando siamo arrivati a Kingman, sulla route 66, era quasi sera.
Più che Highway to Hell, sembrava Don't Cry



















0 commenti:

Post a Comment