Los Angeles, day 15


Non mi sono ancora fatta un'idea precisa di Los Angeles. 
Dopo essere partiti da San Diego, abbiamo attraversato delle cittadine minuscole e delle spianate gialle in cui gli unici altri colori erano quello dei cactus e quello del cielo.
Poi hanno cominciato a farsi vedere le barche e le belle case: Laguna e Newport Beach.
Orange County esiste davvero, ed è proprio come la disegnano.
Alloggiamo a Long Beach, in un albergo che dev'essere convenzionato con l'esercito, visto che è pieno di soldati.
Long Beach è la cittadina ordinata che piacerebbe sicuramente a Stephen King come location di un suo libro.
Mi è venuta voglia di andare a correre, e l'ho fatto. A piedi nudi perché non avevo le scarpe.
La sera siamo stati a Santa Monica, dove tirava un vento pazzesco e un tipo strano ha chiesto a mio cugino di aiutarlo a portare un borsone.
Siamo finiti in un ristorante italiano. La pizza faceva schifo, ma questo fa parte del gioco.

0 commenti:

Post a Comment