TE QUISE MAS QUE A NADIE HIJO DE PUTA


«La lapide schizzò via al primo colpo, e una chioma viva color rame intenso si sparse fuori dalla cripta. Sulla lapide di marmo corroso dal salnitro era leggibile solo un nome senza cognome: Sierva Maria de Todos los Angeles. Dispiegata a terra, la chioma splendida era lunga ventidue metri e undici centimetri.»

"Dell'amore e di altri demoni" l'ho letto tutto in una notte di luglio.
Non ho dormito finché non l'ho finito.
Da quella volta - non ricordo di preciso quando è stato, ma andavo ancora al Liceo - lo rileggo tutte le estati. Quest'anno lo rileggo adesso.
Era bello pensare che Gabriel Garcia Marquez era là da qualche parte.

0 commenti:

Post a Comment