Berlino. E niente

Berlino non sapevo come immaginarmela, e adesso non so bene come descriverla. Un po' come la cena vietnamita dell'ultima sera, con gli stessi sapori forti, in effetti. La cosa su cui non ho dubbi è che mi sia piaciuta. Tanto.




















Berlino è una città strana.
C'è una Kottiwood colorata e che mangia kebab a mezzanotte e angoli che hanno la bruttezza commovente delle cose pensate prima di tutto per essere pratiche.
Stranamente, non ho pensato di trasferirmici. Però mi manca.

2 commenti:

Post a Comment