Awaken


Avevo tanti impegni, ma sono rimasta ad aspettare che fosse troppo tardi per tutti.
Me li merito proprio, quelli che cercano di rimorchiarmi su Ruzzle.
Ho barcollato da sola per casa come un'ubriaca (magari, davvero, magari), con i cattivi presentimenti che mi correvano sottopelle e e sotto la sonnolenza degli anti dolorifici, come brividi.
Mi hanno detto che non so perdere, ma io continuo a credere che non considerano tutte le cose che ho dovuto trovare il modo di mandare giù negli ultimi mesi.
Oggi era finalmente una bella giornata che non volevo sprecare a casa, ma, ancora una volta, non sono riuscita a fare altrimenti.
Tutto quello che ho potuto fare è stato uscire a leggere sul balcone, mettere al sole le mie braccia e le mie gambe bianche, la mia faccia da pipistrello pallido.
Lasciare andare. Perdere sportivamente.
Questo weekend mi sento sfigata come non mi capitava più di sentirmi dai tempi del Liceo. E solo quelli che erano fighi rimpiangono veramente i tempi del Liceo.
E se questa volta non avessi voglia di perdere sportivamente?


0 commenti:

Post a Comment