La casa stregata


A pensarci mette i brividi. Noi che trasformiamo i denti in oro, e l'oro in bulbi oculari. Nella vita tutto è carne o soldi, come se le due cose non potessero esistere contemporaneamente. Sarebbe come essere vivi e morti allo stesso tempo. Non si può. Bisogna scegliere.
Ho ripreso in mano la mia tesi e ho dovuto ammettere che la odio.
Mezzo pomeriggio e già fantastico di andarmene ingerendo mezzo flacone di sonniferi.
Che per il nervoso mi esploda l'aorta e via, sangue dappertutto, niente tesi.
Non è rosso, il colore della laurea?
Lavoro. Leggo Palahniuk. Guardo American Horror Story a tarda notte.
La schiena bloccata da quattro giorni e le occhiaie profonde come pozzi.
Ogni tanto esco.
Ieri sera mi proponevano di portarmi al cimitero abbandonato di Viggiù e lasciarmi là. Sembravano seri.
Invece siamo rimasti in un locale fino alla chiusura e poi siamo andati al McDrive.
C'era un vento gelido e tanti sacchetti usati svolazzanti, e siamo rimasti sulle macchine, ci parlavamo dai finestrini aperti.
Stasera mi fa male il fegato. Prendo troppi antidolorifici.


0 commenti:

Post a Comment