All monsters are human


Zombies, Ghouls, Vampiri, Scienziati Pazzi, e infine il più celebre e famoso di essi, il Frankenstein del 1931, col mostro interpretato da Boris Karloff [...], appaiono come reazione alla crisi di Wall Street, presagita o smaltita, celebrano il tramonto dei ruggenti anni venti: mentre i personaggi di Fitzgerald si abbruttiscono nell'alcool e nella demenza e gli intellettuali già emigrati a Parigi si apprestano ad andare a consumare l'ultima esperienza di purezza nella guerra di Spagna, a livello piccolo borghese i film dell'orrore trovano la loro giustificazione storica, spazzati via lentamente dall'affermarsi del new deal rooseveltiano.

Venerdì sera al Magnolia.
Sabato sera al concerto dei Vanilla Sky.
Domenica sera lettura integrale di Umberto Eco.
Che vita hipster.

E adesso la nuova stagione di The Walking Dead, ché preferisco gli zombie all'idea che tra un mese esatto devo aver consegnato la tesi.

Lunedì sera The Walking Dead.


0 commenti:

Post a Comment