Let's elope


In Provincia Torbida c'è sempre bisogno di chilometri per far succedere qualcosa.
Per andarsi a chiudere al secondo piano di un bar con le sedie in stile Liberty davanti a un caffè, bisogna fare il palo all'ausiliario che sta già scrivendo le multe.
Stringersi le spalle e affondare il naso nelle sciarpe per continuare a mettersi la giacca di pelle.

Stringersi in tre sulla mia Smart, con il mio iPod acceso, che sfoga tutti i suoi due poderosi giga (non ti rompere, non ancora, non adesso, ti prego).

«Com'è, state comodi? Io ho una cassa che mi vibra contro la coscia, ma sono ok»
«Io sì, sto perfettamente. Ho il freno a mano che mi sta sollazzando. O è l'ombrello?»

Servono chilometri per Juventus-Inter.
Per fortuna, i vicini sono abituati al volume dell'home theatre e nessuno è venuto ad arrestare gli uomini di casa per disturbo della quiete.

«Tra il primo e il secondo tempo, mio padre ha telefonato a Sky e ha detto che lui voleva vedere una partita commentata in modo imparziale. Quindi non da Caressa»

In Provincia Torbida c'è sempre bisogno di chilometri per far succedere qualcosa.

«Mi sa che devo aggiornare il navigatore, ho passato mezz'ora a perdermi. Fino in zona industriale l'ho seguito, anche se alle dieci e mezza di sera lì non c'è un'anima. Poi voleva farmi fare una stradina nel bosco, e lì ho fatto marcia indietro»
«Direi»
«Mi vedevo già il gruppo di zombie affamati che cercava di estrarmi dal finestrino. Cioè, non i drogati, non gli stupratori. Gli zombie»
«Tu guardi troppe serie tv»




2 commenti:

Post a Comment