Repeat as needed


Abbiamo parcheggiato lontanissimo e ci siamo fatti un pezzo di strada di corsa, perché era già tardi e perché eravamo senza giacca.
Un Long Island. Il timbro che si sbava sulla mano. Due Long Island.

«Sai quando prima ti ho detto che il tipo che hai rimorchiato non è il mio genere? Ecco, no, è imbarazzante»
«Statemi un po' addosso, vi prego, che quello non mi molla più»

Le quattro.

«Dobbiamo spostarla da qui. Senti, dobbiamo spostarti da qui»
«No, vi prego, io devo vomitare»
«Senti, io ho deciso che dobbiamo spostarti da qui. E non sono una persona molto democratica»

Quando arrivi a fine serata, quello che vedi è un mondo a parte.

«Ce la facciamo per le dieci, che inizia il blocco del traffico?»

A un certo punto, ho iniziato a ridere tantissimo, da non riuscire a smettere.
Avevo perso le tracce della mia borsa e tutto ciò mi sembrava assurdo.

«Dai, magari ce la fai ad essere a casa per le sei»
«Di che giorno?»

Dai, rifacciamolo. Ma non già settimana prossima, che non ce la faccio.

0 commenti:

Post a Comment