Guida per le vittime del corteggiamento indesiderato


Come riconoscere un corteggiamento (e correre ai ripari).

  • Ti guarda da lontano: ti senti osservata. Ti formicola la nuca, ti giri e lui ti sta guardando da lontano. È così ogni volta che alzi lo sguardo, ma ancora non sei sicura al 100% di dove voglia andare a  parare e hai il dubbio che sia tutta una paranoia tua.
  • Voli radenti: inizia a orbitarti intorno, prima come la cometa di Halley, poi sempre più vicino. Ancora non ti parla, al limite ti saluta o ti sorride. Però, te lo ritrovi sempre tra i piedi e inizi a credere che i tuoi sospetti non siano così infondati.
  • Incontri "casuali" in luoghi tattici: tipo che, se tutti i giorni alle 9.30 ti bevi il caffè al bar, prima o poi te lo ritrovi lì. A questo punto, cerca di interagire con te e di carpirti informazioni personali, di stabilire un contatto fisico. Ammicca. Tu, a questo punto, sospetti. E hai ragione.
  • Comunella: alla fine, coinvolge i suoi amichetti di merende. Di solito, confabulano a gruppi di tre o quattro. Quando vieni avvistata, tacciono. Poi ridacchiano e ricominciano a confabulare. È come pensavi tu. Continui a fare quella che non ha capito e ti chiedi per quanto potrà andare avanti.
Con Johnny Bravo siamo già alla Comunella. Continuo a fare quella che non ha capito.
Per quanto potrà andare avanti?

5 commenti:

Post a Comment