BE STUPID


Interno, notte.

Silvia, Giulia e l'Ingegnere sorseggiano Gin Tonic, Malibù e Coca e Caipiroska alla fragola seduti al tavolino di un bar, in Brera.

G: «Silvia, sai che sto cercando di convincere l'Ingegnere a fare la StraMilano?»
I: «E mi ha quasi convinto. Però voglio almeno una terza persona»
S: «E chi sarebbe la seconda?»
I: «Giulia»
S: «Dai, voglio venire anch'io!»
G: «Sì dai, vieni anche tu! È deciso, si va!»
S: «Ma tipo, quanto costa?»
I: «Sarà 5 euro... non voglio spendere più di 5 euro per correre»
G: «No, anch'io non voglio spenderne più di 5... o 6... o 7... o 8...»
I: (apre internet dal cellulare) «Costa 10 euro»
G&S: «FACCIAMOLO!»
I: «Non si era detto "non più di 5 euro"?»
G: «Massì!»
I: «Da 5 o da 10 Km?»
G: «Da 10... mi pentirò amaramente di averlo detto!»
S: «Non vedo l'ora! Quando starò sputando un polmone sull'asfalto, mi ricorderò di aver detto questa cosa, sorseggiando Gin Tonic»
G: «È l'emozione del momento»
S: «Allora sai cosa ti dico? Facciamola direttamente da 42 Km!»

Grasse risate.

S: «Domani vado in palestra e dico a tutti che vado a fare la StraMilano. Vediamo in quanti mi mandano a fanculo»
I: «Ehm. Le iscrizioni chiudevano il 16»
S: «E allora? È adesso il 16»
I: «No, era ieri il 16»
S: «No, io voglio andare! È una cosa che nessuno si aspetta da me, quindi la voglio fare!»
I: «C'è un indirizzo e-mail. Giulia, scrivi!»
G: «Perché io?»
S: «Scrivi che siamo stupidi»
I: «Dei ritardati»
G: «Dei ritardati ritardatari!»

Titoli di coda.

Insomma, se ci prendono anche se siamo stupidi (e sembra che sarà così), andremo a fare la StraMilano.
Nel frattempo, mi è venuto il mal di gola.

3 commenti:

Post a Comment