Stop telephoning me


Da quando, circa dieci anni fa, mi hanno assegnato l'attuale numero di casa, ricevo ogni giorno minimo tre telefonate di persone che sbagliano numero.

«Pronto?»
«Bungiorno, c'è Mario Rossi?»
«No, ha sbagliato numero»
«Mi scusi»
«Non fa niente, salve»

Sì, magari fosse così.
Quelli che sbagliano numero e chiamano casa mia sono principalmente di due tipi. Se sono fortunata, mi chiamano quelli del Primo Tipo.

«Pronto?»
«Sì, parlo con il centro estetico "Il Loto"?»
«No, ha sbagliato numero»
«Ah... ma questo non è l'123 456?»
«Sì»
«Ma non è il centro estetico "Il Loto"»
«Sembra proprio di no, mi spiace»
«Allora mi scusi, buona giornata»

Sono così carini... la loro unica pecca è che telefonano spessissimo.
Così spesso che sto pensando di prenotare davvero gli appuntamenti e mettermi a fare massaggi e cerette. Niente a che vedere con il temibile Secondo Tipo.
Il Secondo Tipo è composto da una persona sola, sempre la stessa, ma credetemi, basta e avanza.

«Pronto?»
«GINETTA!»
«Signora, mi scusi ma ha sbagliato numero un'altra volta»
«ALLORA GINETTA, DOBBIAMO ANDARE AL MERCATO A PRENDERE LA CARNE!»
«Signora... ha sbagliato numero»
«PRONTO?»
«Signora... ha sbagliato num... signora?»
«PRONTO? PRONTO! PRONTO PRONTO PRONTO PRONTO»
«SIGNORA! Mi scusi. Ha sbagliato numero»
«PAH!»
Tu tu tu tu tu tu tu...

Signora, volevo dirle che se fosse più gentile andrei a comprargliela io la carne.

«Padre, oggi ha chiamato ancora la signora. Ci ho messo dieci minuti per riuscire a dirle che aveva sbagliato, non mi ascoltava!»
«E tu la prossima volta rispondi: và a dà via il cü»
«Ma Padre!»
«Và a dà via il cü, và a dà via il cü, và a dà via il cü, và a dà via il cü...»
«Padre?»
«...và a dà via il cü, và a dà via il cü, và a dà via il cü, và a dà via il cü...»

La signora è fortunata a trovare sempre me o mia sorella al telefono.

4 commenti:

Post a Comment