PoliCravatte


Oggi i primi PoliAmici sono diventati dottori.
Il preside di facoltà ha fatto un discorso molto lungo e molto demotivante su quanto fosse stato difficile per loro arrivare fino a lì e su quanto sarà ancora più difficile trovare un lavoro decente. Cioè, proprio quel discorso che, almeno il giorno della laurea, vorresti non sentire.
Però erano emozionatissimi lo stesso.
C'era chi per la prima volta si era messa il filo di perle, chi non vedeva l'ora di rimettersi in bermuda, chi sembrava uno sposo all'altare, chi era già dottore e faceva lo spavaldo, chi aveva un nodo strano alla cravatta e chi l'aveva scelta azzurro fluo come i suoi occhi, chi non si aspettava di prendere 110 e lode e non capiva più niente dalla felicità.
Io ho bevuto un gin tonic per merenda e il mondo si è tutto inclinato.
Quindi ho promesso solennemente che alla mia laurea specialistica non farà freddo, non pioverà e soprattutto non avrò la febbre.
Perché ho già dato.

3 commenti:

Post a Comment