De rerum biancheria


"Buonasera, cercavo un bikini"
"Che taglia?"
"Sotto una seconda, sopra una terza abbondante, almeno coppa c"
"Eh, scusa, ma cosa credi di trovare? Ormai è il 30 luglio, ancora un po' che aspetti..."
Oddio, mi scusi tanto se avevo altro da fare.

"Ciao, posso aiutarti?"
"Sì, grazie. Cercavo un bikini. Carino ma che vesta bene. Insomma, che quando me lo metto resti lì"
"Eh, ma non so. Una mia amica ha l'ottava e se li fa fare su misura. Secondo me, dovresti pensarci anche tu"
Ok, non ho la retromarcia come te, ma non sono nemmeno Eccentrica Gallumbits, la prostituta con tre seni di Eroticon 6.

"Allora, come ti sta?"
"Beh, come dire? Non posso muovermi. E poi, sulla schiena è da stringere"
"Eh, ma con le tue misure non puoi pretendere di trovare una cosa che te la metti e ti sta senza fare nessuna modifica!"
Eccheccazzo!

Convinta di essere ormai alla frutta, compro il costume che mi costringe a fare la bella statuina per il resto delle mie vacanze.
Ancora mugugnando, giro l'angolo e c'è un GoldenPoint.
Neanche a dirlo, trovo due bikini che li metto e mi stanno senza fare nessuna modifica. E costano anche meno.

"Buongiorno, ieri ho comprato questo bikini ma non mi va bene"
"Eh no. Il sabato non facciamo resi"
"Ma scusi, non c'è nessuno!"
"Eh, ma per politiche aziendali non facciamo resi. Torni lunedì pomeriggio, mi spiace"
"Sì, anche a me"
Ti auguro una vita piena di pause di Megavideo, và.

"Salve, avrei un reso. Potreste farmi un buono?"
"Per politiche aziendali non facciamo buoni. Devi scegliere qualcosa adesso"
E io per politiche aziendali ti auguro di passare il Ferragosto ferma sulla Genova-Ventimiglia.


È finita che mi sono presa in cambio quattro mutande a peso d'oro.
Lì non mi rivedono neanche dipinta.

4 commenti:

Post a Comment