Nella città che ha il cuore di un Istrice

I Subsonica, quattro anni dopo.
Biglietto tribuna. Ma poi spengono le luci e in massa si salta giù nel parterre.
Saltiamo anche noi, e stranamente non mi prendo un calcio in faccia. Stranamente non mi spezzo una gamba.
Poi ci prendiamo per mano e corriamo verso il palco.
I capelli corti sono perfetti per i concerti.
La camicia scozzese un po' meno per il vento che c'è fuori, ma pazienza.
Forse ci sono riusciti, a bissare Microchip Emozionale.

2 commenti:

Post a Comment